Il giardino giapponese

Himeji, ore 15.00

Dopo la visita all'Hakurojo ci dedichiamo al Koko-en, il garden inaugurato nel 1992 e sorto sul sito di un'antica residenza feudataria, che si compone di nove giardini indipendenti disegnati secondo vari stili del periodo Edo (1603-1867), separati da cinte murarie che rispecchiano quelle del castello. 

All'interno si trova anche una casa da te dove si puó assistere al Cha no yu, la tradizionale cerimonia, ma purtroppo per noi solo su prenotazione. 

lo specchio d'acqua del kokoen dove nuotano le carpe koi

particolare delle variopinte koi padiglione affacciato sull'acqua

Percorro le stradine in un senso assoluto di pace, gli aceri stanno già cominciando a tingersi di rosso e vista la giornata uggiosa siamo gli unici visitatori. Qua e là solo piccole schiere di silenziosi giardinieri potano, annaffiano ed estirpano germogli invisibili di infestanti, mentre sostiamo nei deliziosi padiglioni affacciati sull'acqua ad ammirare i bellissimi colori delle carpe koi

stradina lastricata conduce all'ingresso la porta d'ingresso del Kokoen che incornicia il paesaggio
io in posa all'interno di un padiglione

Il giardino d'acqua, il giardino fiorito, quello sempreverde, il giardino del daimyo, quello del tè e il giardino di bambù sono specificamente progettati per essere godibili in tutte le stagioni. La particolarità è che nulla viene lasciato al caso, o al corso naturale delle cose, ma ogni singola pianta, albero, cascatella o pietra rispetta precisissime regole, canoni e simbologia nella costante ricerca di armonia e perfezione.

pietre che formano un sentiero sullo specchio d'acqua

la pietre che tracciano il sentiero all'interno del giardino l'acqua che scorre e forma tante piccole cascatelle

I colori delle foglie del Kokoen si fanno autunnali

un piccolo ponte di pietra scavalca un ruscello

un altro piccolo padiglione si affaccia sull'acqua

particolare di una composizione di cespugli ed aceri

un altro sentiero del giardino

Qui il tempo pare sospeso tra il cinguettare degli uccelli e il fremito delle cicale, ma non posso trattenermi oltre perchè abbiamo ancora un'ultima tappa prevista per la giornata..